I Coniglietti del Venerdì (415)

Tommaso, uno dei cacciatori, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne il Coniglino Morbidino. Gli dissero allora gli altri cacciatori: «Abbiamo visto il Coniglino Morbidino!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue zampette il pelo morbidino e non metto il dito sul suo nasino e non metto la mia mano sul suo codino, non crederò».

Otto giorni dopo i cacciatori erano di nuovo al capanno e c’era con loro anche Tommaso. Venne il Coniglino Morbidino, a porte chiuse, balzando dalla finestra, si fermò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti sul mio nasino il tuo dito e guarda le mie zampette; stendi la tua mano, e mettila sul mio codino; e non essere più incredulo ma credente!». Rispose Tommaso: «Mio Coniglio e mio Dio!». Il Coniglino Morbidino gli disse: «Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!».

Se non funziona prova qui ▼

Se non funziona prova qui ▼

Fonti:
http://www.youtube.com/watch?v=pioxBEeYqdA
http://www.youtube.com/watch?v=PLg8F5jr5vg

 

1 comment

    • MattoMatteo on 31 Agosto 2018 at 12:06

    Spero che poi il Coniglio Morbidino abbia disintegrato Didimo, per la sua incredulità.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.